View Gallery

La quinta stagione di Fiorina Piergigli

135
15
9788899342159

Descrizione

LA CASA DEL TEMPO

Prefazione di Matilde Avenali

 Il nuovo libro di Fiorina Piergigli, “La Quinta Stagione” – un titolo fuori dai calendari –  non può che attirare, come una calamita. Un suono matematico si accorda ad un tempo senza tempo, libero, rinnovato, rafforzato da storie che parlano al presente, seppure segnate da terribili vuoti di umanità.

Risponde, questo libro, ad una intera vita, non in quanto compiuta ma – al contrario – in quanto vita integra, rinnovata da una interiorità che guida ogni sua parola, ogni discorso, ogni poesia. Spiritualità interiore e vita vissuta è un tutt’uno.

Parole piene di storia, ma pure di storie attuali, spesso restano nel silenzio di cassetti traboccanti di fogli scritti. La Fiorina Piergigli li ha tolti dalla impossibilità, ha dato a ciascuno il suo posto, consapevole di accettare un lavoro che le avrebbe comportato fatica ma al tempo stesso la possibilità dell’incontro tra sé e sé, senza lasciare sfumature. Nel corso del suo lavoro, storia e attualità si sono incontrate e scontrate nel ricordo di violenze subite nel tempo da tanti e da tante. Questa subordinazione non ha avuto e non ha ancora forza necessaria per agire almeno secondo l’altalena del dare e ricevere. Un cambiamento che non può lasciare la propria identità nel nulla. Le guerre dei Grandi sono sempre fatte con la sudditanza dei privi. Ma quella impossibilità è stata e continua ad essere pagata caramente. Sembra ancora impossibile crescere secondo quanto ci è dato non per gratitudine di soldi, ma per vivere umanamente e prosperare senza continuare ad essere Romolo e Remo.

Fiorina sente la strettezza in cui si vive, dove tutto il migliore della vita non basta se non ritornando al tempo buono di una reale Natura, da cui si può rinascere e senza la quale non si trovano vie d’uscita. Una natalità si erge giorno per giorno per una nuova ed umana convivenza, portando bellezze e dolori. Non mancano, però, utili vie, come si legge in questo libro. Non vederne la strada, è una mancanza di grazia. L’incoscienza chiude gli occhi alla vita.

E’ dalle poesie dei quattro capitoli di questo libro, che è fiorita la Quinta Stagione. Ritornano alla Natura i percorsi di crescita e rinascita. Confermano la loro forza nel salire sui gradini della vita, ritornando al mondo, vissuto con coerenza ed ascolto in sé.

Il lavoro fatto, la stanchezza e la gioia dell’Autrice, diventa unicità e pluralità senza confini. Chi ama leggere, scrivere, coltivare la necessità dell’ascolto profondo, giunge alla luce di un giorno nuovo e originario, al tempo stesso.

Questa apertura, presente nel libro, diventa casa senza pareti, tempo indefinito che abbraccia una nuova stagione. Due poesie, “Senigallia nel Cuore (Inno alla Città) e “Senigallia Poesia” (Inno alla nostra Associazione”, sono state musicate da una grande donna – Roberta Silvestrini – per la città che ama e che sa essere amata.

La necessità dell’Infinito leopardiano va verso molteplici realtà della Naturalezza. In questo libro, si capirà, leggendolo, quanta attenzione e verità ha messo in atto questa poetessa, in un modo estremamente libero e al tempo stesso stretto, Ungarettiano come altri hanno detto in alcuni suoi Concorsi. Molti i premiati.

“La quinta stagione” è risorgimento. Un atto che chiama al meglio della complicità, avendo conosciuto il peggio della estraneità umana.

La Casa del Tempo raccoglie, accoglie ed è senza porte e finestre.

 

Breve Biografia dell’autrice

Fiorina Piergigli nasce a Chiaravalle il 18 gennaio 1934. Risiedi in via Piave 23,  a Senigallia. Figlia di mezzadri, le sue piccole mani appartenevano già alla terra. Faticosa fu la strada obbligata. Autodidatta e una grande passione: la scrittura.