Svelato il mistero di Babbo Natale

Il mito di Apollo viaggia con le renne di Santa Klaus


 12,00

Spese di Spedizione
Gratuite:Consegna in 4/10 giorni lavorativi
€ 5,50:Consegna in 24/72 ore
Descrizione

Grazie al significativo sostegno di 17 prove indiziarie inedite, l’autore dimostra per la prima volta in assoluto come il mito del dio Apollo confluisca totalmente nella figura moderna del Santa Klaus.
La “fusione fredda” tra i due titani che giganteggiano tra sacro e profano (ovvero tra Apollo e Santa Klaus) sì è potuta concretizzare grazie all'immagine ideale di San Nicola di Myra: una immaginaria “figura-ponte” dal profilo incerto e dall'esistenza improbabile che, da un lato ha incarnato l’eredità, l’adorazione, l’impronta, le simbologie iconografiche relative ad Apollo e dall'altro ha consentito l’ evidente trasposizione (a partire dal nome Santa Klaus) nella figura del Babbo natale dei nostri giorni.
“Una indagine avvincente. Una inedita esplorazione investigativa nel mondo del passato che lascerà un segno indelebile”.

Scheda Tecnica
Autore
Carlo Gentili
Pagine
88
ISBN
9788831361279
Lingua
Italiano
Lo trovi in
Autore

CARLO GENTILI (Tolentino, 1958)
Autore innovativo, Carlo Gentili contempera visioni storiche tradizionali con modalità risolutive legate al mondo dell’indagine, dell’investigazione, dell’esplorazione indiziaria.
In polemica con altri studiosi appiattiti esclusivamente su una ossessiva ricerca storica, crede nel dettaglio risolutivo, nell'intuito illuminante, nella casualità del particolare ritenuto irrilevante, nella tradizione orale, nella memoria narrativa. “Spesso è proprio quel piccolo dettaglio inascoltato da tutti che conduce nella stanza del tesoro”, ama ripetere.
Nelle sue ricerche unisce un approccio artistico intuitivo con una rigorosa attinenza a specifici fatti accaduti.
Tra i suoi studi più’ affascinanti: “Il mistero dell’anello della dea picena”, “un calendario lunare nascosto nella basilica”, “Il mito di Apollo che confluisce nella tradizione del Natale”. Muove i suoi studi dall'amico-ricercatore Vincenzo Galie’.

 

Carrello