IL FORSE

Cronache dalla pandemia in corso, tra scienza ed etica della responsabilità. Prefazione di Pietro Greco


 12,00

Spese di Spedizione
Gratuite:Consegna in 4/10 giorni lavorativi
€ 5,50:Consegna in 24/72 ore
Descrizione

«Il forse è la parola più bella del vocabolario italiano. Perché apre delle possibilità, non certezze. Perché non cerca la fine, ma va verso l’infinito». La frase è di Giacomo Leopardi. Valerio Calzolaio, in un articolo pubblicato l’11 maggio 2020 su Il Bo Live, ci invita alla prudenza. Sebbene l’espressione sia attribuita al poeta di Reca­nati non ve n’è traccia nei suoi testi. O, almeno, ci dice Valerio che è nato e vive a un tiro di schioppo da Recanati, io non l’ho trovata. Forse, dunque, la frase è un’invenzione – ma sarebbe meglio dire un’intui­zione – di Leopardi. O forse no.

È un po’ questa la cifra di Valerio Calzolaio, coltivare il dubbio. Mai proporre affermazioni apo­dittiche. Sempre argomentare con lucidità, lascian­do almeno uno spiraglio al forse «perché apre delle possibilità, non certezze».

Ecco, se leggete gli articoli – anzi, i veri e propri saggi – che Valerio Calzolaio propone in que­sto libro, questi quattro elementi alla base del forse (cultura e curiosità, ironia e gentilezza) non solo li trovate ben interpretati, ma anche teorizzati. Cosic­ché questo costituisce un piccolo manuale teorico e pratico di declinazione del dubbio.

In questo percorso costellato di forse dise­gnato da Valerio Calzolaio ci imbattiamo in alcuni personaggi emblematici: il suo conterraneo, Giaco­mo Leopardi, i suoi rapporti con la scienza (strettis­simi), la sua ricerca di senso; c’è Antonio Gramsci – un cervello che non ha smesso di funzionare, al contrario di quanto voleva Mussolini – con la genti­lezza, lucida amara, delle sue lettere dal carcere (dal carcere fascista); c’è papa Francesco e la sua inedita pastorale imperniata sulla sostenibilità, sociale ed ecologica.

Insomma, il libro che vi accingete a leggere, per quanto composto da articoli e saggi diversi, ci of­fre una visione del mondo completa, organica, con­vincente. A tratti spiazzante. Non è (forse) spiazzan­te, Valerio Calzolaio, quando ci propone la figura di Clint Eastwood, il grande protagonista dei migliori ‘western all’italiana’ poi divenuto regista impegna­to? Calzolaio ci ricorda un suo film del 2016, Sully, 13 che ha per protagonista il pilota d’aereo Chelsey Sully Sullenberger che il 15 gennaio 2009 esce dagli schemi e, sfidando il protocollo, fa ammarare il suo aereo in panne salvando la vita di centinaia di perso­ne.

Ecco, questo libro ci aiuta a uscire dagli schemi. Ci aiuta a capire quando e come uscire dagli schemi. Forse.

(dalla prefazione)

Scheda Tecnica
Autore
Valerio Calzolaio
Pagine
208
ISBN
9788831361835
Lingua
Italiano
Lo trovi in
Autore

Valerio Calzolaio nacque a Recanati
nel 1956, risiede a Macerata,
ha due figli. Professore a contratto
di Diritto Costituzionale all’Università
di Macerata (1990-1992),
deputato per 4 legislature, sottosegretario
al Ministero dell’Ambiente
(1996-2001), consulente
Onu-UNCCD (nel 2002 e dal 2006
al 2009), è giornalista e saggista
dal 1979, ha collaborato con numerosi
quotidiani nazionali.
Parallelamente all’attività politica,
Valerio Calzolaio
IL FORSE
Cronache dalla pandemia in corso,
tra scienza ed etica della responsabilità
Prefazione di Pietro Greco
12,00 euro
Valerio Calzolaio IL FORSE
tra la fine del secolo scorso e l’inizio del nuovo millennio, ha proseguito
in studi e ricerche: ottenne due borse di studio di storia
costituzionale in Francia (Parigi, 1982) e in Inghilterra (Exeter,
1984); ha curato l’edizione di alcuni volumi collettanei e scritto
testi su vari argomenti storici, culturali e ambientali; interviene
con articoli su Il Bo Live e varie altre testate.
Da tempo immemorabile realizza e pubblica recensioni di libri in
vari siti, blog e riviste online, in particolare di romanzi gialli e noir
(dal 1995 al 2014 con una rubrica settimanale di recensioni di
genere su settimanali distribuiti in edicola).
(Chi volesse ricevere periodicamente le recensioni può rivolgersi a:
calzolaiov@gmail.com)
Nell’ultimo decennio ha pubblicato saggi di storia politica sul Novecento
e di divulgazione scientifica sulle migrazioni: Ecoprofughi
(Nda Press, Rimini 2010); con Carlo Latini, Da Moro a Berlinguer.
Il Pdup dal 1978 al 1984 (Ediesse, Roma 2014); con Telmo Pievani,
Libertà di migrare (Einaudi, Torino 2016); Migrazioni. La rivoluzione
dei Global Compact (Doppiavoce, Napoli 2019); La specie
meticcia. Introduzione multidisciplinare a una teoria scientifica del
migrare (People, Gallarate 2019).

Carrello