View Gallery

Le cose che non ho mai detto. I pensieri, le parole e le voci dei ragazzi del Panzini

Descrizione

a cura di Simonetta Sagrati

Quello che troverete nelle pagine che seguono è il risultato di un cammino iniziato tempo fa da Simonetta Sagrati con i suoi alunni per scoprire il “senso della vita”, attraverso la storia di una famiglia, di una mamma e di un babbo che perdono il loro figlio, solo perché una persona senza patente e sotto effetto di sostanze lo travolge e lo uccide.
Saccio, un ragazzo dal sorriso meraviglioso e dall’immensa voglia di vivere.
Dalla conoscenza diretta e indiretta di Francesco Saccinto, detto Saccio, tanti alunni si ritrovano a voler esprimere i loro sentimenti e verso Francesco e verso i suoi genitori e anche verso se stessi.
La storia di “uno come loro” colpisce i ragazzi, li fa riflettere e tirare fuori sentimenti forti che li portano a mettere su carta questa loro voglia di esprimersi, di “aiutare”: consolando i genitori, spronando se stessi ad essere migliori, rivolgendosi a Saccio, esprimendogli tutto il loro affetto.